Yoga BookClub: Il lato attivo dell’infinito di Carlos Castaneda

lunedì 6 gennaio 2019 dalle ore 19.30 alle ore 21.30

Ottavo incontro dello Yoga Book Club in Aldebaran Asd e Aps a Verona
Max 10 partecipanti – Riservato agli Associati
Contributo serata: 10 euro
Dare conferma di presenza a Fabio con messaggio al 3480187336

Programma dell’incontro:
– dalle 19.30 alle 20.30 Yoga Book Club: dialoghi sul libro
moderatori Fabio (insegnante di yoga) e Sara (costellatrice familiare-operatrice olistica) della associazione Aldebaran asd aps.
– dalle 20.30 alle 21.30 Pratica di Yoga con Fabio.

Titolo del libro: IL LATO ATTIVO DELL’INFINITO di Carlos Castaneda – 1998 BUR

Chi è l’autore: Carlos Castaneda, Carlos Castaneda scrive i suoi romanzi nel trentennio che va dal 1968 al 1996. Le sue opere sono caratterizzate da parole tanto semplici quanto coinvolgenti nei quali egli stesso è protagonista dei molti dialoghi, e voce narrante. I libri non contengono bibliografia, nessuna fotografia che ritragga Castaneda è mai stata pubblicata, persino la notizia della sua morte, avvenuta nell’aprile del 1998, si è diffusa con mesi di ritardo e con non poche lacune. (…)

Dove si aggancia con lo yoga: un insieme di eventi memorabili … alla scoperta di noi stessi e delle nostre potenzialità, senza sforzo.

Citazione: «Questo libro è una raccolta di eventi memorabili della mia esistenza. Li ho riuniti seguendo le indicazioni di don Juan Matus, uno Sciamano indiano Yaqui originario del Messico, un maestro che per tredici anni ha cercato di rendermi accessibile l’universo conoscitivo degli Sciamani che vivevano nell’antico Messico. Egli mi suggerì di procedere a tale raccolta come se si fosse trattato di un’idea del tutto casuale, qualcosa che gli era venuto in mente all’improvviso.
Il suo stile di insegnamento era proprio questo: don Juan celava l’importanza delle sue manovre dietro un aspetto più terreno, e nascondeva l’importanza del suo obiettivo, presentandola come qualcosa di simile alle faccende della vita quotidiana.
Con il passare del tempo don Juan mi rivelò che gli Sciamani dell’antico Messico avevano concepito questa raccolta di fatti memorabili come una sorta di accorgimento bona fide per scuotere le tracce di energia che esistono all’interno del sé.
Essi ritenevano che tale energia avesse origine nel corpo e venisse poi spostata, allontanata e spinta fuori dal suo campo d’azione dalle circostanze della vita quotidiana.»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...